Verifica e ottimizzazione delle campagne AdWords

Quanto è ottimizzato il tuo account?

Una volta impostata la tua campagna AdWords e aver avuto i primi risultati è importante conoscere come è possibile migliorare sempre più. La verifica delle campagne e dei loro risultati avviene attraverso la valutazione di tre parametri fondamentali:

  • Efficienza (Sto pagando i clic al costo minore possibile?)
  • Efficacia (I clic che sto pagando sono quelli giusti?)
  • Copertura (Sto comprando tutti i clic giusti che potrei avere con il mio budget?)

3 parametri

Ricorda inoltre che, per verificare la corretta impostazione delle tue campagne, un altro valore da considerare è il punteggio di qualità, indispensabile per la determinazione del Costo Per Clic e della posizione dell’annuncio. Analizzando una campagna performante le parole che generano più traffico è bene che abbiano un punteggio di qualità alto, questo è segno di una spesa minore per i clic generati, rispondendo in questa maniera alla prima delle tre domande: Sto pagando i clic al costo minore possibile? 

Per procedere a tale operazione è necessario, visualizzando le parole chiave, attivare la visualizzazione dei relativi punteggi di qualità indicando un ordine decrescente con cui saranno analizzate. In questa maniera sarà possibile verificare le parole con punteggio medio-alto (da 7 a 10) e quindi positivamente correlate ai nostri annunci. Il secondo passo da compiere è però quello di conoscere le top spender, per un account strutturalmente ben impostato queste dovranno corrispondere ai più alti punteggi di qualità.

Ma cosa è necessario fare se le keywords che nel mio account risultano spendere di più hanno punteggio di qualità basso (inferiore a 5)?

  • Il primo aspetto importante è quello di testare gruppi di annunci molto specifici, valutare la pertinenza di ciascuna parola ed eventualmente spostarla, non ripetendo la stessa keyword in più gruppi di annunci!
  • Testare periodicamente nuove varianti di annunci sempre molto pertinenti sia alle keywords scelte, sia alla pagina di destinazione. Aggiungere annunci non potrà mai essere negativo, ricorda, infatti, che mediamente non si dovrebbero avere meno di 5 annunci per ciascun gruppo.
  • Corrispondenza delle parole chiave, le usi già? In questo caso è necessario ottimizzarne l’uso, altrimenti ti consiglio di aggiungerle in ognuna delle tue campagne, la loro funzione è di fondamentale importanza per un account performante!!
  • Tieni sotto controllo i termini di ricerca (a cui puoi accedere tramite la scheda parola chiave), periodicamente infatti bisognerebbe visualizzare per quali ricerche i tuoi annunci vengono effettivamente pubblicati.
  • Utilizza tutte le estensioni possibili, queste ti aiuteranno ad estendere il testo del tuo annuncio (Callout o Snippet Strutturati), ad aggiungere differenti URL (Sitelink), ad indicare località o contatti se pubblicizzi un’attività (estensioni di località, di chiamata, di messaggio) o, con l’ultima novità AdWords, di porre in rilievo la promozione del giorno o del mese (estensioni di promozione).
  • La tua pagina di atterraggio è ottimizzata? Anche questa dovrà essere coerente con le tue keywords e i tuoi annunci. Analizza la tua pagina di atterraggio dal testo alla navigabilità e tutto ciò che potrebbe influire negativamente sull’esperienza dell’utente sulla pagina di destinazione!

A questo punto, dopo aver verificato l’efficienza, è necessario passare all’efficacia e capire se effettivamente i clic che sto pagando sono quelli giusti. Google AdWords, infatti, a causa delle sue impostazioni potrebbe a volte anche sprecare il budget a disposizione, ma attraverso queste operazioni di ottimizzazione, ciò non dovrà accadere! Il primo passo da compiere è la verifica, per le parole chiave, del costo di conversione e del guadagno ottenuto. Se il primo è maggiore, c’è qualcosa da ottimizzare!

Ordina le parole chiave in maniera decrescente, per vedere dove spendi troppo, e successivamente crescente per comprendere dove non spendi nulla e quindi non c’è alcun clic. Entrambi gli aspetti potrebbero influire negativamente sulla tua performance.

A questo punto, come si può intervenire per migliorare l’efficacia di una campagna AdWords? Potrebbe essere utile tracciare le conversioni comportamentali, oltre che la vendita, capire come attrarre sul serio traffico di qualità e come invitarlo all’azione. Ci sono utenti che permangono sul sito senza agire? Visitatori che non capiscono cosa bisogna fare? Qualcuno rimbalza via subito? Valuta ciascuno di questi aspetti!

Potrebbe essere utile inoltre, l’A/B testing sulle pagine di atterraggio, è necessario provare sempre variazioni di testo o layout nelle landing page o nelle descrizioni dei prodotti, nelle CTA, nei colori, sono tante le variabili che possono influire sul processo decisionale umano.

Il passo successivo all’efficienza e all’efficacia delle campagne e quello di verificare la distribuzione del budget in maniera tale per cui keywords e posizionamenti che portano più conversioni abbiano la massima visibilità. Un dato da regolare in relazione al budget è il CPC così da ottenere equilibrio con la spesa giornaliera.

Ricorda, infatti, di non sottovalutare il valore del budget soprattutto perché campagne limitate dal budget potrebbero influire sulla mancata pubblicazione di annunci fondamentali per il successo delle tue campagne!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*