Google Shopping Marketplace: i tuoi prodotti online

Come funziona il Marketplace di Google?

Alle varie opportunità di promuovere prodotti online, da qualche anno, si è aggiunto il servizio Google Shopping, il marketplace di Google che, affiancandosi alle altre tipologie di campagne AdWords, rende possibile la pubblicazione dei propri annunci sul più importante motore di ricerca al mondo.

Ti sarà sicuramente capitato, digitando una parola chiave, di veder comparire tra i risultati, delle immagini di prodotti con prezzi e descrizioni. Sono proprio questi i prodotti derivanti dalle campagne Shopping. Proviamo, infatti a digitare “scarpe da calcio” sul motore di ricerca. Questo è ciò che compare:

Google shopping

Sono proprio questi i prodotti sponsorizzati, quindi vi è qualche inserzionista che sta utilizzando il servizio di Google per promuovere, in questo caso, delle scarpe da calcio. Basta selezionare poi la voce “Shopping” per ritrovarsi nel vero e proprio servizio di comparazione prezzi fornito da Google.

Google, a differenza di altri Marketplace, permette una maggiore visibilità ed una serie di strumenti di web marketing indispensabili per posizionare al meglio i propri prodotti e aumentare le opportunità di guadagno. Un vero e proprio motore di ricerca, dedicato agli acquisti online, dove è possibile comparare schede descrittive di uno stesso articolo presente in diversi Store.

Tali prodotti vengono visualizzati grazie alle già citate Campagne Shopping tramite Google Adwords. La differenza più grande però, rispetto alle altre campagne, è l’assenza di keywords nell’impostazione della campagna. Google Shopping, infatti, necessita di una lista completa dei prodotti che si intende promuovere e attraverso questa, risponderà alle richieste digitate dagli utenti ritenute idonee ai propri articoli.

Si definisce Feed di prodotti ed è un file, un feed di dati XML, composto da un elenco di prodotti che utilizzano raggruppamenti di attributi (prezzo, descrizione, disponibilità), ognuno dei quali definisce in maniera univoca uno specifico prodotto. Questo file è da caricare su Google Merchant Center dopo aver creato il proprio account.

Basterà semplicemente validare il proprio Feed XML di prodotti per partecipare a ogni asta Adwords. Per impostare la tua campagna Shopping, avrai bisogno di un account AdWords collegato al tuo account Merchant Center. È così che, la campagna Shopping potrà utilizzare i dati di prodotto inviati al Merchant Center.

Attenzione: è necessario il costante aggiornamento del file. Le campagne shopping comunque consentono di organizzare in maniera semplice e flessibile l’inventario di prodotti sul Merchant Center in modo da creare facilmente campagne personalizzate. Le campagne shopping permettono la creazione di gruppi di prodotti personalizzati utilizzando i vari attributi di prodotto (categoria, marca, ID articolo, etichette personalizzate). I prodotti all’interno dei gruppi che non suddividi rimangono nel gruppo di prodotti “Tutto il resto”. Successivamente imposti le offerte per ciascun gruppo di prodotti in base agli obiettivi della tua campagna.

Il costo delle campagne shopping è legato al costo del clic di ciascun utente sul prodotto, quindi non si differenziano in questo da una campagna AdWords di ricerca e allo stesso modo è possibile settare un budget giornaliero e uno specifico CPC Max.

Normalmente le campagne Shopping offrono ottimi tassi di CTR, spesso superiori alle campagne realizzate, sempre in rete di ricerca, con semplici annunci di testo. La possibilità di visualizzare l’articolo completo di prezzo e immagine prima del clic genera lead e visite qualificate e con migliore propensione all’acquisto.

Aprire “il tuo negozio” su Google Shopping non costa nulla, non chiede una percentuale sulle vendite, ma pagherai solo il traffico generato verso i tuoi prodotti. Perchè non provarlo subito?

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*