IAB Forum 2014: voce ai protagonisti del digital advertising

L’advertising in Italia è in crescita. Video, social e mobile rappresentano la fetta di mercato più importante.

Lo IAB Forum 2014 ci fornisce un segnale positivo: l’advertising online in Italia è cresciuto del 12,75% in un solo anno. Frutto di interessanti investimenti soprattutto per ciò che riguarda video advertising, social, mobile e programmatic.

Alcuni dati interessanti:

  • il Video advertising è cresciuto del 25%, 300 milioni di euro di investimenti
  • Social, trend in crescita del 70%, 170 milioni di euro in investimenti
  • Mobile advertsing, crescita del 50% per un totale di 290 milioni in investimenti

Per ora il Mobile advertising muove il 14,5% dell’intero mercato dell’Internet Advertising, un dato che secondo molti è destinato a salire e anche di molto nei prossimi anni, dato lo sviluppo di tecnologie di advertising che riescono a coprire sempre meglio il traffico proveniente da smartphone e tablet.

Il valore totale degli investimenti in Italia riguardanti l’advertising online raggiungono i 2 miliardi di euro, rappresentando quasi un quarto dell’intero mercato.

Voce ai protagonisti dello IAB Forum 2014

Oltre al presidente IAB Carlo Noseda, sono stati molti i protagonisti che hanno raccontato la propria esperienza con il digital advertising e di come questo abbia segnato le fondamenta per i propri business online, sempre in costante evoluzione.

Durante i due giorni di evento, svoltosi il 25 e il 26 Novembre al MiCo di Milano, si sono susseguiti sul palco dell’Auditorium noti personaggi del web e della TV come PIF e Favij, ma anche gente che ha segnato la storia di Internet come Bernardo Hernandez, vice president of product management in Yahoo, e CEO di Flickr, e del marketing in generale come Chris Anderson, ex direttore Wired USA e coniatore del concetto di coda lunga.

Largo spazio ad altri importanti protagonisti di questa edizione dello IAB Forum nel video pubblicato da FanPage.it

>> Continua a seguirci su AffiliatePRO

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*