6 consigli per migliorare la tua Landing Page

Quando si lavora nel campo del marketing online, per quanto si possa fare test e ottimizzare ogni passaggio che porterà il nostro visitatore a raggiungere l’azione che noi desideriamo, ci sarà sempre qualcosa da migliorare.
Ogni accorgimento, si sa, migliora il tasso di conversione delle nostre Landing Page, così chiamate proprio perché sono il luogo in cui i visitatori “atterrano” e devono compiere inevitabilmente un’azione: compilare il nostro form e iscriversi oppure andare via.

Ma come si fa a capire se una Landing Page è performante o no? E come si fa a migliorarla? Ecco un elenco di 6 pratici consigli che potresti seguire:

1 – Tasso di conversione della landing page

Prima importante indicazione su cui lavorare, qual è il tasso di conversione della tua landing page?

Landing Page CR = completamenti del form / visite alla landing page

Questo valore è molto importante, però il confronto varia indicativamente in base al contesto:

– settore in cui lavori;
– tipo di traffico veicolato (a pagamento o organico);
– stagionalità;
– età della landing

Per farti un esempio di confronto, una buona landing che punta a vendere ebook ha un tasso di conversione di circa il 65%, mentre chi vende iscrizioni ai webinar ha un CR medio del 40%. È ovvio che, se la tua landing page per vendere ebook ha un CR del 35%, c’è qualcosa da migliorare, anche se magari per un altro settore un tasso del 35% è un valore molto alto.

2 – Tasso di conversione del sito web

Website CR = numero di conversioni / numero visitatori

Mentre il tasso di conversione della landing page è più specifico, il tasso di conversione del sito web indica quanto è performante tutto il processo che porta l’utente al lead. Secondo le analisi di MartkeingSherpa questo valore è varia tra il 2% e il 10% in base al settore.

web conversion

3 – Qualità dei lead generati

Ogni landing che si rispetti porta dei lead, ma a volte possono essere anche non buoni. Che accorgimenti bisogna apportare per tenere sempre alta la qualità?

– Riscrivi in maniera più chiara i vantaggi che il visitatore riceverà se decide di registrarsi;
– Inserisci dei campi più specifici da compilare, in modo da poter ottenere più informazioni sui tuoi contatti e poterli filtrare più facilmente;
– Cerca di capire se ciò che stai offrendo serve davvero a chi visita la tua landing, magari non hai inquadrato bene ciò che gli utenti richiedono da te.

4 – Semplicità e chiarezza

La tua Landing riesce a comunicare all’utente in massimo 3-5 secondi ciò che deve fare?
In un breve periodo di tempo, chi visita la tua landing deve già capire cosa otterrà una volta aver compilato il modulo di contatto, quindi cerca di tenere la tua landing semplice e con indicazioni, magari delle call to action, chiare e concise.

Un modo per testare la tua landing? Utilizza fivesecondtest.com per determinare se un qualsiasi utente, una volta atterrato sulla tua landing page, riesce a capire in soli 5 secondi cosa fare e su quali cose fisserà la sua attenzione: è uno strumento utilissimo!

5 – Quantità di testo

Quanto testo è contenuto nella tua landing? Vedere tanto testo scoraggia il visitatore, che invece preferisce immagini e call to action dirette.

6 – Gli elementi indispensabili in ogni landing

Visiona la tua landing, possiede tutti questi fondamentali elementi?

– Titolo
– Un’immagine esplicativa dell’offerta
– Testo conciso che spiega cosa offri
– Form da compilare
– Un bottone che indichi l’azione da compiere: “Scarica” “Partecipa!”

Pronto a migliorare la tua Landing Page? Buon lavoro!

>> Continua a seguirci su AffiliatePRO

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*