Facebook annuncia le nuove statistiche per i video

Facebook introduce, attraverso gli insights, nuove statistiche per poter valutare al meglio l’interesse e l’attenzione che il pubblico mostra per i video pubblicati nelle pagine.

Molte aziende utilizzano le pagine Facebook per poter pubblicizzare il loro brand, e sicuramente le campagne video forniscono un grande valore aggiunto per raggiungere tale obiettivo.

Fino ad oggi gli admin delle pagine Facebook hanno preferito di gran lunga YouTube per promuovere i propri video, probabilmente perchè i dati forniti da Facebook in relazione ai video pubblicati sono al quanto scarsi, dato che viene indicato solamente il numero di visualizzazioni che il video riceve, e poco più.

A breve, però, con l’annuncio delle nuove statistiche insights per i video (attive negli USA già fra qualche settimana), sarà possibile visualizzare altri importanti dati come la durata media della visualizzazione o il numero delle persone che hanno guardato il 95% del video.

Con questa immagine ti mostriamo in anteprima il pannello delle statistiche video che l’admin della pagina Facebook vedrà con l’introduzione di questa novità.

Facebook Video Metrics

Facebook ha rilasciato anche una guida in pdf per comprendere al meglio le nuove statistiche per i video, che puoi scaricare da qui.
Inoltre ha dichiarato sul suo blog ufficiale:

“With the goal of helping you better understand how people respond to your videos on Facebook, today we’re announcing that new video metrics in Page Insights and Ads Reporting are coming soon.
Today, as a Page owner, you can only see how many people started watching your video. When the new metrics roll out over the coming weeks, you will also see information like video views, unique video views, the average duration of the video view, and audience retention. These new metrics are designed to help you learn what’s resonating with people and determine how to more effectively create and promote your videos on Facebook.”

Avremo modo di scoprire in maniera più approfondita questa novità nel momento in cui verrà introdotta anche in Italia, sperando che accada il prima possibile.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*