Bannato da Google Adsense? Cosa fare e quali alternative cercare

Diversi utenti nel corso del tempo si sono rivolti al nostro blog poiché, dopo esser stati bannati da Google Adsense, non sapevano come richiedere la riammissione al sistema o quali alternative cercare per poter guadagnare online.

adsense ban cosa fare

Sostanzialmente esistono due diverse situazioni di ban da Adsense:

la prima, quella più compromettente, è riferita ad alcune attività non valide e illecite sul tuo sito e in questo caso si può trattare non solo di click ripetuti e sospetti, ma anche di manovre di blackseo, scambi di visite tramite paytosurf e quanto altro. In questo caso Google ci banna da adsense, avvisandoci con una mail in merito ad “attività non valide” ed è difficile essere riammessi. L’unica cosa che si può fare è capire gli errori che ci hanno portato al ban, sistemare tutto e richiedere la riammissione al sistema tramite questo form e sperare.

nella seconda situazione, invece, può accadere che Google possa disattivare gli annunci perché le attività infrangono il regolamento, poiché ad esempio sul nostro sito ci sono testi che inducono a cliccare sugli adsense o sono presenti immagini di nudo. In questo caso Google ci avvisa tramite mail che il nostro sito non rispetta il regolamento e, a differenza della situazione relativa alle attività non valide, sarà possibile essere riammessi nel sistema, compilando il seguente forma patto che prima il sito venga sistemato e ripulito a dovere.

In ogni caso è ammessa una sola possibilità di richiesta di riammissione.

E se non si viene riammessi? Non preoccuparti, puoi affidarti ad alcuni programmi di affiliazione validi alternativi che pagano con campagne CPC e CPA. Nella nostra sezione dedicata ce ne sono recensiti di diversi così come alcune campagne pubblicitarie che possono essere adatte per il tuo target d’utenti.
Sicuramente Adsense è uno dei migliori, se non il migliore servizio di affiliazione, ma fra le varie alternative con i programmi di affiliazione indicati potrai ricevere uguali se non maggiori introiti e soddisfazioni.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*