Come costruire la credibilità di un sito web

Sul web siamo veramente in tanti e cresciamo sempre di più. Conquistare la fiducia dei lettori con la “Credibilità” è il primo passo per un sito di successo.

Ogni sito web che si rispetti ha l’esigenza indispensabile, di risultare fin dalla prima visita, credibile.
Ma com’è possibile strutturare un sito affinché l’utente capisca immediatamente che dietro c’è realmente, un’azienda, una persona o un’organizzazione?
Ci ha pensato l’Università di Stanford con uno studio sulla Web Credibility effettuato dal laboratorio “Stanford Persuasive Technology” dettando le 10 regole per ottimizzare la credibilità di un sito internet.

credibilità di un sito web

La credibilità di un sito web dipende da:

1. Il primo passo è quello di inserire il classico “CHI SIAMO” con una descrizione del sito in generale, dell’azienda o della persone che c’è realmente dietro al sito. Utile inserire foto degli uffici e/o dell’azienda, i dati relativi all’iscrizione alla camera di commercio e/o la partita Iva.

2. Creare una sezione “CONTATTI” in cui fornire l’indirizzo fisico, i contatti telefonici, l’e-mail in modo da far capire all’utente che l’azienda, la persona o l’organizzazione esiste ed ha una sede reale e legale. Rendendo semplice contattarvi aumenta la credibilità del sito. Ovviamente rispondere alle e-mail, al telefono è indispensabile. Utile ad esempio indicare una fascia oraria di reperibilità in cui si è sicuri di riuscire a gestire le chiamate e le richieste, dei clienti o dei visitatori.

3. Inserire, (se ci sono) i curriculum e le competenze degli esperti aziendali, inserire link di partner importanti e mai linkare siti poco credibili.

4. Mettere in evidenza le esperienze personali delle persone che lavorano al sito, ispira fiducia e quindi anche credibilità. Le storie di dipendenti o quelle personali aiutano a capire chi c’è veramente dietro il sito anche dal lato umano.

5. Accuratezza dei dati e delle informazioni presenti nel sito. Citare le fonti e magari linkarle aiuta l’utente a capire se si parla di informazioni vere o inventate. La trasparenza è un sinonimo di serietà.

6. Particolare attenzione va data alla grafica del sito che deve sembrare subito professionale ed attinente agli argomenti trattai. Curare font, immagini, layout in modo da far capire subito al lettore in che tipo di sito si trova. Se non sei esperto, puoi trovare un buon grafico è la soluzione più efficace e sbrigativa. L’abito in questo caso fa sempre il monaco e la prima impressione è sempre quella che conta. Si possono inserire i contenuti migliori del mondo ma se non si è supportati da una buona grafica nessuno guarderà con piacere il sito.

7. Fruibilità e semplicità d’uso del sito. Mettersi nei panni dell’utente è molto utile per scoprire cosa c’è che non va e cosa può essere migliorato. Chi scrive, ad esempio, deve cercare il più possibile di avvicinare il linguaggio del lettore medio che si interessa degli argomenti trattati. Simulare un acquisto e rileggere gli articoli inseriti nel sito è molto utile per scoprire eventuali problemi.

8. Aggiornare i contenuti frequentemente. Un sito ben avviato con aggiornamenti anche giornalieri è più credibile, poiché gli utenti si accorgono che c’è un lavoro effettivo dietro il sito e lo visitano anche più spesso per “scoprire” i nuovi articoli o i nuovi prodotti.

9. Limitare se possibile la pubblicità e distinguerla dal resto.
Spesso i banner infastidiscono i potenziali clienti soprattutto se la pubblicità è “nascosta”. Meglio distinguerla bene dal resto, così come è bene distinguere anche i contenuti sponsorizzati, le offerte e soprattutto eliminare i pop up.

10. Ultimo consiglio è quello di evitare errori di scrittura di qualsiasi tipo, quelli che in genere danno più fastidio sono quelli grammaticali che denotano trascuratezza dei contenuti. Un’altra cosa che bisognerebbe evitare sono link rotti e non funzionanti.

In conclusione seguendo queste linee guida si crescerà di credibilità e quindi aumenteranno anche la fiducia e le visite degli utenti, una volta acquisita la credibilità necessaria consigliamo di mantenere alta anche la web reputation acquisita insieme alla credibilità.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*