Come gestire la scomparsa del tuo sito web dagli indici di Google

Il mio sito (o Blog) è misteriosamente scomparso dagli indici di Google, come posso fare per recuperare le posizioni che avevo…. IERI?

Questo è quello che ci scrive Mike da Ravenna. Un problema che capita o potrebbe capitare a molti, fino a quando non capita a te in prima persona ed è quello il momento in cui devi trovare la giusta soluzione, in breve tempo, al tuo problema perchè magari il sito in questione potrebbe essere l’home page di un tuo cliente, diciamo il più importante!

I nostri consigli hanno consentito a Mike una risoluzione del problema e la home page del sito web in questione era nuovamente su Google 12 ore dopo.

Verifichiamo se la pagina scomparsa è solo l’home page o tutte le pagine del sito

Utilizziamo Link Assistant Rank Tracker con Trusted Proxy per vedere le pagine del sito web correttamente indicizzate, nel caso di Mike il problema era relativo alla home page. Per aver conferma del fatto che la pagina scomparsa fosse solo l’home page abbiamo verificato con l’operatore “site”, digitando su google “site:sitodimike.com” erano presenti tutte le pagine, tranne l’home page!

Dal momento in cui abbiamo capito che il problema era legato alla home page del sito di Mike abbiamo eseguito questi semplici passi:

1. Noindex accidentale tramite il tag noindex

E’ probabile che nell’utilizzo di plugin per CMS come WordPress si spunti involontariamente la casella del noindex provocando seri danni al sito web, quindi verifichiamo in HTML mode sulla nostra home page che nell’ header non sia presente questo codice:

meta name=”robots” content=”noindex” oppure
meta name=”googlebot” content=”noindex”

Se c’è, il problema è di questo tag! Ma non era il nostro caso

 2. Eliminazione accidentale del file robots.txt o errori interni

Può capitare anche questo, oppure che ci sia qualche errore ne file robots.txt, per maggiori informazioni su come dovrebbe essere il file robots.txt e a cosa serve clicca qui – ma nel nostro caso il robots.txt era perfetto!

3. Penalizzazione da parte degli animaletti di Google

Dato che il sito non era nostro e tantomeno avevamo un’amicizia affermata con Mike abbiamo chiesto di verificare nel Webmaster Tools di Google  se c’erano dei messaggi relativi alla penalizzazione del sito ad esempio “webspam”. Ci siamo accertati se c’erano contenuti duplicati e link in eccesso da siti sospetti e siamo andati avanti, il problema non era dovuto agli algoritmi di google.

panda-e-penguin

4. Controllare che su Webmaster Tools di Google la pagina non è stata rimossa

Verifica se in Google Webmaster Tools la tua pagina non è stata rimossa da qui: Indice di Google > Rimozione URL

Ma anche qui era tutto ok. Allora cosa c*** poteva essere?

5. 404 Accidentale

Potrebbe accadere anche questo, ovvero che la pagina in questione fosse in 404 ovvero non disponibile, per toglierci il dubbio abbiamo verificato con questo strumento: Tools SeoBook e la pagina ha un codice 200, quindi è OK!

Testiamo la pagina su Google Webmaster Tools

Nel menu di sinistra Scansione > Visualizza come Google se lo stato è “fallito” allora qualche problema c’è! Ed era proprio questo il problema di Mike.

Soluzione: Mike ha dovuto chiedere a Google di reindicizzare la propria pagina. “E vissero tutti felici e contenti….”

>> Continua a seguirci su AffiliatePRO

2 commenti

  1. Grazie ancora per l’aiuto che mi avete dato.
    Ero abbastanza preoccupato, perfortuna avete risposto rapidamente alla mia mail e grazie alla vostra esperienza ho potuto risolvere il problema in un batter d’occhio!
    Grazie ancora,
    Mike

  2. Figurati Mike, aiutiamo sempre chi è in difficoltà se è di nostra competenza. Siamo felici di aver risolto il tuo problema, abbiamo voluto rendere pubbliche le fasi che hanno portato alla reindicizzazione della tua home page in modo da esser d’aiuto ai lettori di Affiliarsi.com
    In bocca al lupo per il tuo portale 😉

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*