Amazon Source: un nuovo programma di affiliazione per far convivere ebook e librerie?

E’ da diversi anni ormai che tiene bando la continua lotta fra Amazon e le librerie, dove il noto colosso online le ha escogitate davvero tutte per raccogliere l’interesse dei lettori ad acquistare dal suo store, a discapito delle librerie fisiche.
Una notizia abbastanza recente che arriva dagli USA, però, ci fa intendere, da primo impatto, che Amazon non ha intenzione di dare il colpo finale e letale alle librerie, ma addirittura vuol tender loro una mano con un programma di affiliazione a loro dedicato: Amazon Source.

Amazon Source: di che si tratta?

Amazon, a quanto pare, vorrebbe trovare un modo per convivere con le librerie online dedicando un programma di affiliazione davvero interessante.
Si tratterebbe, in breve, di un programma avente due formule di affiliazione differenti:

1. Vendita dei Kindle Fire di Amazon per la lettura degli ebook tramite le librerie con un prezzo scontato del 6% ed una successiva commissione al rivenditore del 10% su ogni ebook acquistato dal cliente tramite Kindle per i due anni successivi all’acquisto.
2. Vendita diretta del Kindle Fire Amazon con uno sconto del 9% e quindi guadagno di profitti tramite la semplice rivendita del noto tablet pensato per la lettura digitale.

amazon source

Cosa ne pensano i librai?

I pareri sono al quanto contrastanti, perché da una parte c’è chi teme una “furbata” da parte di Amazon, che già tempo fa tramite la sua app Amazon’s Price Check portava gli utenti ad entrare nelle librerie per consultare dei libri per il suo tornaconto, dato che con una semplice foto al codice a barre il cliente poteva ricercare tramite l’app il prezzo più basso dove acquistare il libro online e indovina un po’ dove andava a finire?

Però c’è anche chi pensa che questo passo di Amazon sia qualcosa di positivo, poiché il voler acquistare un Kindle Fire ad un prezzo inferiore porterebbe riportare il lettore in libreria e da li, grazie ai consigli e alla gentilezza che un buon contatto “umano” può dare, poter instaurare un rapporto diretto con il cliente che potrebbe portare anche alla vendita di alcuni libri ed editoriali ancora non disponibili sullo store Amazon (un volume illustrato per bambini, tanto per dirne uno)

E tu cosa ne pensi di questa news? Cosa potrebbe cambiare su questa nicchia di mercato? Amazon si rafforzerà sempre più imponendosi su questo mercato o le librerie riusciranno ad avere la loro opportunità per tornare agli albori di un tempo?

>> Continua a seguirci su AffiliatePRO

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*