10 consigli SEO utili per salire sui motori di ricerca

Avviare un nuovo sito web o blog può essere sempre una nuova sfida, trovata la nicchia in cui vogliamo operare e i contenuti unici è opportuno avere qualche piccolo accorgimento SEO (Search Engine Optimizer) per poter avanzare sui motori di ricerca per le nostre chiavi. Per alcuni questo fattore è semplice, per altri invece può diventare una vera ossessione, vediamo quindi quali accorgimenti prendere in considerazione.

Analizzare i tuoi competitor

Questo accorgimento non è una tecnica SEO, ci servirà più che altro a capire cosa davvero possiamo offrire ai nostri visitatori. Non andremo a creare siti con meno contenuti di quelli attuali o addirittura identici! La chiave vincente è sempre quella di offrire di più e meglio dei nostri competitor. Poi, lato SEO, andremo ad analizzare come i nostri competitor sono indicizzati e potremo sbirciare anche il codice sorgente attraverso il browsr con cui navighiamo. Ricordatevi che con questo strumento si impara sempre tanto! Inoltre possiamo vedere quanti link in entrata ha (anche semplicemente navigando su google).

Ricerca delle parole chiave

Spesso, la ricerca delle parole chiave è affidata a gente che è molto tecnica sulla nicchia, per questo sbaglia già in partenza in quanto non tiene in cosiderazione il potenziale visitatore.

Esempio: si vada a chiedere ad un medico le parole chiave per raffreddore, ci suggerirà: “Rinite“, “Costipato“, ecc.. quando i nostri visitatori potranno accedere al sito semplicemente cercando “cure per il raffreddore“, “raffreddarsi“, “mal di gola“, “muco“!

Se state lavorando su parole chiave che nessuno cercherà… sarà quindi, tempo perso! Sul web ci sono tanti strumenti utili che vi possono aiutare a trovare le parole chiave, addirittura lo stesso Google quando effettuate una semplice ricerca.

Scrivere Contenuti di qualità

L’abbiamo detto spesso, sia su questo blog che su altri siti, i contenuti di qualità ripagano il lavoro svolto. In pratica dovrete scrivere sempre informazioni utili al visitatore, utili a tal punto di leggerli, applicarli e condividerli! Inoltre utilizzate sempre riferimenti e link interni che serviranno ad approfondire i contenuti che si stanno leggendo (stile wikipedia). Per scrivere contenuti di qualità bisogna essere sempre preparati sull’argomento trattato, ricordate che esistono tanti bravi professionisti in Italia che se pagati, scrivono degli ottimi contenuti, questi professionisti vengono chiamati Copywriter

Deep Link interno

Quando si scrive un contenuto è sempre buona norma collegare  alcune parole chiave ad altre pagine del sito web, quindi bisogna fare linking interno. E’ importante collegare pagine attinenti ai contenuti che stiamo sottoponendo e con almeno 3 key, in anchor text, contenute in quella pagina. Questo servirà a tenere anche i visitatori più a lungo riducendo la frequenza di rimbalzo.

Ottimizzare i meta tag

Questo è un lavoro che va fatto con estrema precisione, non tralasciando nulla e soprattutto non bisogna affidarsi al primo “guru” SEO di passaggio. Sui Metat Tag se ne dicono molte… nel tempo si son sviluppate molte leggende metropolitane sul tag “keyword”.

Google odia i contenuti duplicati, a cominciare dai meta tag, è buona norma quindi che ogni pagina abbia il suo tag “Title” e “Description” univoco. Tenete questi riferimenti come buoni, per il tag “Title” non superate i 60 caratteri, mentre per il tag “Description” non superate i 160 caratteri. Se li superate di un pò, non succede nulla, non verrete dicerto penalizzati! Dovete però sapere che questi sono i dati che compariranno nelle Serp dei motori di ricerca.

Ottimizza il codice dei contenuti (Titoli e sottotitoli)

I tag più considerevoli nel testo sono in ordine <h1><h2>….<h5> Si dovrebbe avere un solo <h1> in pagina il quale corrisponde al tito della pagina e che sia “farcito” dalle keywords che ci interessano e poi avere un sottotitolo <h2> ecc..

Ottimizza immagini con “Alt” e “Title”

Questi due tag sono importantissimi in quanto identificano bene l’immagine, descrivendola! Ricordate che la maggior parte dei motori di ricerca ha un motore interno dedicato alle immagini, e in alcuni casi questi risultati vengono mostrati anche sulle Serp.

Ottimizza il nome dei file

Molti li descrivono come “url parlanti” e anche in questo caso si sono accese molte dispute su – “trattino” o _ “underscore”. Facciamo un esempio: sempre sul sito che riguarda il raffreddore creiamo una pagina sui “rimedi per il raffreddore”: sicuramente la chiameremo ../rimedi-per-il-raffreddore.[estensione] che sarà esattamente uguale a ../rimedi_per_il_raffreddore.[estensione] e uguale a ../rimediperilraffreddore.[estensione] e ugualissima a ../RIMEDI-PER_IL_RAFFREDDORE.[estensione] idem per le immagini, css, js, video.

Utilizzare una sitemap XML del sito web

Creare una sitemap XML del sito web è abbastanza semplice, online ci sono molti servizi che ci facilitano questo lavoro inserendo semplicemente l’url del sito web, certo che poi dovremo inserire o modificare la priorità delle pagine interne al sito web. Il passo successivo da compiere è quello di sottoporlo a Google attraverso gli strumenti per webmaster di Google.

Validare il codice sorgente

Ultimo punto è quello di validare il codice sorgente, questo ci permetterà di eliminare eventuali errori nel codice (potremmo aver dimenticato di chiudere un tag o di aver messo qualche <div> in più!) e di rendere più veloci nel caricamento le nostre pagine. Un ottimo validatore di codice è questo: http://validator.w3.org/ – basta inserire l’url del sito web, nel campo richiesto!

Grazie a questi semplici accorgimenti avremo delle pagine ottimizzate, con dei buoni contenuti, perfette per i motori di ricerca e per i browser dei nostri visitatori e veloci nel caricamento, dovremo solo avere pazienza e lavorare successivamente sui link esterni, social e altri accorgimenti per aumentare il traffico al sito web.

 

 

>> Continua a seguirci su AffiliatePRO

2 commenti

  1. Articolo ben fatto, grande!

  2. Consigli sensati e di grande efficacia. Chi li segue otterrà senz’altro buoni risultati. Buona guida!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*