Guadagnare con Facebook guardando pubblicità!

Pagati per guardare la pubblicità. È questa l’ultima mossa di Facebook, frutto di un accordo con TrialPay, società proprietaria di una piattaforma chiamata DealSpot con cui gli sviluppatori possono inserire pubblicità nelle loro applicazioni pensate in chiave social.

Dieci centesimi di dollaro per ogni spot
Face book ha dunque introdotto un programma che offre ai propri utenti un incentivo finanziario per guardare i video promozionali di aziende inserzioniste sul network: un credito, ossia la moneta del social network, per ogni filmato guardato da cima a fondo, equivalente a dieci centesimi di dollaro. Finora i crediti sono stati solo una delle possibili forme di pagamento accettate da Facebook, non prevista da tutti gli sviluppatori ma, a partire da luglio, diventerà obbligatorio per tutti consentire agli utenti di utilizzare i credits per l’acquisto di beni e saranno previsti incentivi per coloro che li useranno come moneta preferenziale. Gli utenti potranno poi usarli anche per acquistare oggetti “reali” a prezzi scontati, attraverso il servizio di offerte geolocalizzate Deals, lanciato da Facebook pochi mesi fa.

Pubblicità all’interno dei giochi
Attraverso la piattaforma Dealspot, all’interno dei popolari giochi di Zynga, come Farmville o Mafia Wars, gli utenti potranno guardare i video sponsorizzati fino alla fine: in cambio riceveranno i “credits” di Facebook che verranno depositati direttamente sull’account del giocatore, il quale potrà spenderli nelle applicazioni e nei giochi del social network blu. A far parte del programma saranno per il momento solo alcuni giochi come quelli degli sviluppatori CrowdStar, Digital Chocolate e Zynga, ma Facebook sta lavorando per trovare un accordo anche con gli intermediari pubblicitari Sharethrough, SocialVibe, Epic Media e SupersonicAds. Le pubblicità interessate dal programma dovrebbero distinguersi da quelle normali soprattutto nella forma: si parla, infatti, di intrattenimento pubblicizzato che spingerà gli utenti alla visione e alla condivisione. È probabile, inoltre, che in futuro il colosso di Zuckerberg possa offrire non esclusivamente video spot ma anche applicazioni e giochi brandizzati, il cui utilizzo produrrà sempre crediti per l’utente.

Chi ci guadagna
A guadagnare da questa novità saranno sia l’inserzionista, sia l’utente: il primo avrà la certezza che il suo spot verrà visto e ascoltato sino alla fine e il secondo potrà beneficiare dei crediti.
Naturalmente l’iniziativa sarà utile anche a Facebook per aumentare il tasso di clic sui suoi banner, che recenti ricerche indicano essere pari appena alla metà della media del mercato. Il progetto ha anche lo scopo di far acquistare valore ai Facebook credits in modo che sempre più iscritti comincino ad utilizzarli. I profitti derivanti dal nuovo programma inizieranno quando gli utenti cominceranno ad acquistare i crediti, che attualmente sono già in vendita da Wallmart e Target. Ma le conversioni che si avranno a mio avviso sono dubbie!

In arrivo una nuova applicazione dedicata ai locali con eventi dal vivo
Intanto anche sviluppatori terzi stanno pensando a nuovi modi per ritagliare le pagine Facebook sui bisogni degli utenti e in particolare di quelli commerciali. La piattaforma di promozione musicale ReverbNation, per esempio, ha annunciato un’applicazione per il popolare social network dedicata allo sviluppo e alla gestione di pagine di locali con musica dal vivo.
Si tratterebbe di una pagina con contenuti e aggiornamenti che non necessitano dell’intervento del proprietario e che promettono di sfruttare al meglio le potenzialità del social network, offrendo servizi correlati come una mailing list centralizzata, strumenti di condivisione, una mappa integrata del locale e video musicali dei concerti ospitati.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*